Procedimenti di competenza dell'Unione Rubicone e Mare - Unione Rubicone e Mare

Area professionisti e imprese | Procedimenti di competenza dell'Unione Rubicone e Mare - Unione Rubicone e Mare

Procedimenti di competenza dell'Unione Rubicone e Mare

Per i comuni di Gatteo, San Mauro Pascoli e Savignano sul Rubicone i seguenti procedimenti, atti e certificazioni sono competenza dell'Unione Rubicone e Mare.

CDU - Certificato di Destinazione urbanistica

Il Certificato di Destinazione Urbanistica (CDU) attesta le prescrizioni urbanistiche di un'area secondo le norme vigenti alla data del rilascio del certificato stesso. Per i comuni di Gatteo, San Mauro Pascoli e Savignano sul Rubicone il Certificato di Destinazione Urbanistica viene istruito e rilasciato dall'Ufficio Unico di Piano dell'Unione Rubicone e Mare entro il termine perentorio di trenta giorni dalla presentazione della relativa domanda. Le modalita' di richiesta e di rilascio sono specificate al seguente link.

 

PRA - Programma di Riconversione e Ammodernamento dell'attivita' agricola

La Legge Regionale 21 dicembre 2017 n. 24 “Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio” all’articolo 36 disciplina la pianificazione e il governo del territorio rurale e indica gli strumenti urbanistici e di pianificazione cui spetta la regolazione degli usi e delle trasformazioni urbanistiche ed edilizie funzionali all’attività agricola e a quelle ad essa connesse. I commi 2, 3 e 7 lettera b), dello stesso art. 36, in particolare, fanno riferimento al Programma di Riconversione o Ammodernamento dell’attività agricola (PRA), quale strumento finalizzato alla dimostrazione dell’esigenza di interventi di nuova costruzione di fabbricati produttivi per le aziende agricole, ivi compresi gli ampliamenti dei fabbricati esistenti. Il PRA è necessario in due ipotesi: per gli interventi di nuova costruzione di fabbricati produttivi aventi rilevante impatto ambientale e territoriale (comma 2), e per gli interventi di nuova costruzione su terreni agricoli già assoggettati ad un vincolo decennale di inedificabilità (comma 7, lettera b). Il comma 2, inoltre, rimanda ad un atto di coordinamento tecnico emanato dalla Giunta Regionale, ai sensi dell’art. 49 della stessa legge, per stabilire criteri uniformi per l’individuazione degli interventi edilizi relativi ai fabbricati produttivi aventi un rilevante impatto ambientale e territoriale, per i quali occorre il PRA, nonché per la definizione dei contenuti del PRA e dei criteri di valutazione dello stesso.

Link alla modulistica per la presentazione del PRA - versione stampabile o versione modificabile

 

Permesso di Costruire in deroga e Permesso di Costruire convenzionato

Il permesso di costruire in deroga agli strumenti urbanistici generali è rilasciato esclusivamente per edifici ed impianti pubblici o di interesse pubblico, previa deliberazione del Consiglio dell’Unione, nel rispetto comunque delle disposizioni contenute nel decreto legislativo n.42/2004 e delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia.

Al fine di concorrere alla necessaria dotazione di infrastrutture per l’urbanizzazione degli insediamenti, di attrezzature e spazi collettivi e di dotazioni ecologico-ambientali, la strumentazione urbanistica vigente prevede, in alcuni casi, il ricorso al Permesso di costruire convenzionato, ai sensi dell’articolo 28bis del DPR 380/2001. La convenzione deve prevedere gli elementi progettuali e le modalità di realizzazione delle opere di urbanizzazione da eseguire a cura ed a spese del soggetto attuatore, le relative garanzie finanziarie, le modalità di controllo sulla loro esecuzione, nonché i criteri e le modalità per il trasferimento al Comune delle aree e delle opere per urbanizzazione utilizzando lo schema approvato dal Consiglio dell'Unione con deliberazione n°4 del 20.03.2019. Il permesso di costruire potrà essere rilasciato solamente previa stipula, con atto pubblico notarile, della convenzione.

Link allo schema di convenzione  approvato con Delibera di Consiglio dell'Unione n. 4 del 20/03/2020.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il